'Le Stanze Verticali' di Bruno Biondi

All'esordio la personale 'Aniconico' di Chiara Bevilacqua

mercoledì 26 ottobre 2016

Bulgari and Rome at Thyssen-Bornemisza

The Museo Thyssen-Bornemisza is presenting Bulgari and Rome, an exhibition that looks at how the art and architecture of ancient and modern Rome have been a source of inspiration to the designers of this firm of Italian jewellers throughout its history. Founded in Rome in 1884, since its outset Bulgari has made use of the city's most characteristic features as the guiding symbolic and artistic thread of its creations. For decades the Colosseum, the Piazza San Pietro, the Spanish Steps, the fountains in the Piazza Navona and the Pantheon have given form to necklaces, bracelets, earrings and brooches made in gold or platinum and precious stones of every colour.

With the aim of demonstrating this close connection, the exhibition brings together more than 140 pieces of jewellery from Bulgari's Heritage Collection and from a number of private collections. They are displayed alongside around 30 paintings, drawings, sculptures and photographs by different European artists who have depicted the city of Rome in their works, including Canaletto, Gaspar van Wittel, Ippolito Caffi and Arthur John Strutt. Presented with a carefully designed installation that includes interactive elements, Bulgari and Rome also allows visitors to take a journey through more than 130 years of the firm's history, from the accessories and adornments made by hand in silver in the late 19th century by its founder Sotirio Bulgari and the platinum and diamond jewels from the 1920s and 1930s, to very recent creations including spectacular jewels from the firm's iconic collections such as Serpenti, Monete, Parentesi and Bulgari Bulgari. 

venerdì 21 ottobre 2016

Il 7 novembre all'Obihall di Firenze 'Brit Floyd'

Dopo l’incredibile successo del tour mondiale nel 2015 (ben 146 date), Brit Floyd – The World’s Greatest Pink Floyd Show torna in Europa nel 2016 per continuare il suo percorso ripercorrendo cinquant’anni di storia dei Pink Floyd e omaggiando il loro vasto ed incredibile catalogo musicale. Oltre a riproporre e suonare brani impressi nella storia della musica come The Dark Side of the Moon, Wish You Were Here, Animals, The Wall e The Division Bell, Brit Floyd stupirà il pubblico con la performance di Echoes in versione integrale, tratto dall’iconico album Meddle e non mancherà di includere nella setlist altre gemme musicali dei Pink Floyd.
C’è così tanto materiale di qualità da scegliere nel repertorio dei Pink Floyd che in ogni show verranno interpretate canzoni non ancora proposte, oltre ad includere i pezzi più celebri del gruppo.
Con uno spettacolare show di luci da un milione di dollari, schermi della tecnologia più avanzata e una produzione ancora più grande, Brit Floyd – Space and Time CONTINUM promette di essere il più ambizioso e migliore show del gruppo.

giovedì 20 ottobre 2016

Lucca Underground Festival nel segno della Beat Generation

Tanti gli eventi in programma venerdì 21 ottobre 2016

Al via la seconda parte del Lucca Underground Festival con una tre giorni dal 21 al 23 ottobre ad Artemisia nel segno della Beat Generation.
“Abbiamo molti ospiti – illustra Gianmarco Caselli, direttore artistico del Festival – per questa tre giorni. Cerchiamo di ricreare una comunità intenta alla divulgazione e alla realizzazione di cultura underground coinvolgendo artisti di esperienze e ambiti territoriali diversi al fine di realizzare uno scambio di idee e di reciproca conoscenza.”
Serata piena di iniziative venerdì 21 ottobre, in attesa della premiazione del Lucca Underground Festival Contest, il concorso letterario, che si svolgerà invece il giorno 22 alle ore 16.30 preceduta da un intervento di Paolo di Orazio dal titolo “Il gioco semiserio dell’horror - tra metafora e catarsi, il rito intellettuale più antico del mondo”: Paolo Di Orazio per l’occasione farà una retrospettiva sulla storia della mitica rivista Splatter di cui è fondatore, e presenterà il suo nuovo thriller sovrannaturale, “Il morso dello sciacallo”. I racconti premiati saranno letti dagli attori de La Cattiva Compagnia Elisa
D’Agostino e Giovanni Fedeli mentre Cryx presenterà il suo nuovo fumetto – con tante sorprese - ispirato al racconto vincitore e l’artista Francesco Zavattari consegnerà le tavole inchiostrate ispirate ai racconti finalisti. 
Il primo appuntamento, previsto per le ore 21 del 21 ottobre, vedrà partecipare, Elio Lutri uno degli artisti che collabora in pianta stabile con il Festival del quale ha anche realizzato il logo. Lutri per l’occasione presenterà al pubblico la sua ultima installazione, “Marcinelle 262”. All’interno della serata verrà presentata una nuova iniziativa, Visioni Underground, un video con immagini underground accompagnate da una performance del C.R.P. (Collettivo Rivoluzionario Permanente) su testi di alcuni dei più importanti nomi della Beat Generation: William Burroughs, Jack Kerouac e Allen Ginsebrg. Le visioni che verranno proiettate sono realizzate da alcuni dei soci di V.A.G.A. (Visioni Atipiche Giovani Artisti), associazione che organizza il festival: Andrea Ciolino, Elena Fiori, Elio Lutri, Elisa Lucchesi, Erika Citti, Erika Pellicci, Laura Gori, Gianmarco Caselli, Ilaria Bracciali, Lorenzo De Nobili, Marco Puccinelli, Michele Barsotti, Michele Saragoni, Michelangelo Sangiorgi, Simone Bracciali.

Sempre nella stessa serata un’altra novità: sarà infatti inaugurata una nuova rassegna interna al Festival, la Re-Beat Generation - Rassegna per la ri-generazione della Beat Generation, che vedrà alternarsi due compagnie teatrali, Kreativa D’arte e dintorni e Ribalta Studio/Teatro Lux di Pisa e il laboratorio di scrittura creativa,
Libero Laboratorio di scrittura dell’Ortaccio-Vietato calpestare i sogni di Vicopisano, con lavori dedicati a una delle manifestazioni culturali Underground più importanti della storia, la Beat Generation. Il Libero Laboratorio di scrittura dell’Ortaccio presenterà il lavoro “Oltre i confini e i cassetti”, un reading poetico realizzato su tagli ed innesti da una poesia di Gregory Corso, con Alessandro Scarpellini, Dino Fiumalbi, Federica Ottanelli, Franca Sartini, Francesca Mugnai, Ornella Salcioli, Silvia Rigutini, Susanna Scaramelli; Ribalta Studio/Teatro Lux presenterà “Il Bardo psichedelico di Neal” due frammenti tratti da il libro di Dianella Bardelli, sulle ultime ore di Neal Kassady, immaginando il suo ultimo viaggio tra visioni, pensieri e ricordi, con Giorgio Vierda; infine Kreativa D’arte e dintorni presenterà un lavoro dal titolo “Picnic a Rockland (…from the ‘Howl’ of Allen Ginsberg)” con Alessandra Nutini, Andrea Neamtu, Sam Austin-Eames per la regia di Cristian D’Aurelio.

giovedì 13 ottobre 2016

Dario Fo: arrivederci Grande Maestro


Arrivederci, grande Maestro, che con la tua genialità hai fatto e disfatto il teatro.
Affondando le mani nell'ancestralità, l'hai rimescolata con foga e irriverenza, creando qualcosa di universale e, al contempo, solo tuo.
Con l'amore della tua vita, Franca, ti sei spinto oltre senza mai temere di scandagliare quella vita e quella morte, fondamenti della tua arte.
E quel premio prestigioso che hanno voluto darti non è altro che un riconoscimento tangente a qualcosa che andava oltre, che era altro e molto di più.
Adesso, dal paradiso dei teatranti con la tua grande donna che finalmente riabbracci, perdona e perdonate quanto di voi veniva stigmatizzato e incastonato in schemi divulgativi.
E, con un bel Mistero Buffo, andate a di-vertire tutti coloro che godono adesso della vostra compagnia.
Noi, piccolissimi spettatori e minuscola gente di teatro, restiamo qua ancora più orfani, ma vi salutiamo con un sorriso.

Silvia Cosentino
Caporedattore di FULL Magazine e 4rum.it

Blogroll