lunedì 9 settembre 2013

“Mode Mignon”, il nuovo che avanza


Il più chic dei negozi di Lucca ha riaperto con uno spazio del tutto rinnovato sullo stampo delle boutique Prada. FULL Magazine e FULLISH.it erano presenti per raccontarvelo.



Autore: Costanza Spinetti - Responsabile Moda FULL Magazine & FULLISH.it

Settembre è il mese delle novità. Settembre è il mese di Lucca, quindi, non stupisce che “Mode Mignon”, punto di riferimento della città toscana quando si parla di moda, abbia scelto proprio questo periodo per inaugurare il restyling delle sue boutique di piazza Bernardini. Il progetto di ristrutturazione dei due negozi uomo e donna (rispettivamente al primo e secondo-terzo piano) è stato firmato dall’architetto aretino Roberto Baciocchi, famoso per essere da più di trent’anni il progettista degli spazi espositivi del marchio Prada (di cui fanno parte anche Miu Miu, Church's, Car Shoe) nonché l’ideatore del Concept Prada stesso. E lo stile minimal-chic del brand milanese è indubbiamente lo stesso che si respira all’interno dei locali del nuovo “Mode Mignon” dove, colori più scuri (come il nero dei pensili e il bruno del pavimento) e forme più moderne rispetto al passato, si fondono alla perfezione con l’anima classica dei vecchi negozi della famiglia Cecchini
Specialmente per lo spazio donna, al quale si accede da una scalinata curva inframmezzata da vetrine-nicchia. Il colpo d’occhio è di grande impatto, un po’ per l’appeal metropolitano acquisito, un po’ per i capi d’abbigliamento e gli accessori che non possono lasciare indifferenti. La selezione degli abiti, in linea con i gusti sobri della clientela lucchese, vanta infatti alcune delle migliori griffes del panorama moda italiano e francese come Dolce&Gabbana, Gucci, Prada e Lanvin, quest’ultimo nuovo acquisto della stagione. E’ però l’ultimo piano a rappresentare la vera ciliegina sulla torta. Due sale quasi interamente riservate all’esposizione degli accessori, che, diciamolo, sono i capisaldi di ogni donna, dove la parte da leone la fanno, nemmeno a dirlo, le it-bag del presente e del passato: dalle “Trapeze” e “Phantom” di Celine, passando per le postine di Proenza Schouler, fino alle nuovissime proposte di Prada e MiuMiu, alle quali è dedicato lo spazio maggiore.

Ultima menzione, ma non meno importante, va alla nuova spettacolare vetrina principale (sempre del negozio donna), che per la sua sapienza espositiva potrebbe essere accomunata senza alcuna esagerazione ad un’installazione d’arte contemporanea. Non troverete sicuramente esposti i pezzi di Maurizio Cattelan o di Jeff Koons ma quelli di un’altra tra le migliori “artiste” italiane in circolazione: Miuccia Prada.

Guarda le altre foto:

0 commenti:

Posta un commento

Il tuo commento sarà pubblicato immediatamente dopo averne verificato il contenuto. Non saranno pubblicati commenti contenenti termini volgari e/o offensivi, riferimenti personali e comunque ogni elemento non ritenuto congruo alla politica del sito.