'Le Stanze Verticali' di Bruno Biondi

All'esordio la personale 'Aniconico' di Chiara Bevilacqua

venerdì 27 settembre 2013

UBIQUA - Sei città, tre paesi, un solo giorno.

FULL Magazine e 4rum.it sono media partner dell'evento artistico 'UBIQUA' che vede protagoniste le opere del nostro direttore editoriale.

COMUNICATO STAMPA

Il 16 ottobre 2013 Francesco Zavattari esporrà contemporaneamente in sei città fra Italia, Malta e Spagna attraverso l'evento 'UBIQUA'.

A undici anni dalla sua prima personale e a dieci mesi dall'ultima, il giovane artista lucchese Francesco Zavattari torna a proporre il proprio lavoro attraverso un format innovativo: sei opere esposte in sei contesti differenti di altrettante città dislocate in tre diversi paesi. Il tutto per un unico giorno. L'appuntamento è infatti per il 16 ottobre prossimo, quando sei tele inedite dell'artista toscano caratterizzeranno la serie e l'evento unico nel suo genere UBIQUA.

Da un suggerimento del Project Advisor Luca Manno, le opere, della dimensione di 50x100 cm, formeranno un'unica 'striscia' in grado di collegare virtualmente le splendide location coinvolte: Firenze, Lecce, Lucca e Roma per l'Italia, Madrid per la Spagna, l'isola di Gozo per Malta.

A esporre le opere sei luoghi illustri, completamente diversi fra loro, ma uniti dalla comune passione per l'arte e lo sviluppo della cultura: nel pieno centro di Firenze una delle opere sarà esposta attraverso le vetrine dell'importante boutique A.N.G.E.L.O. Vintage Clothing, un modo efficace per unire l'abbigliamento alla variopinta poetica visiva del pittore.
Lecce ospiterà l'evento grazie alla rinomata Libreria del Sole, Studio bibliografico restauro carta, dove i frenetici disegni di Zavattari si mescoleranno a un mondo di pacatezza fatto di antichissimi libri e stampe d'epoca, per cui la libreria salentina è nota a livello internazionale.
Lucca, che ha spesso ospitato l'opera del suo artista, lo fa stavolta attraverso uno dei propri locali più carismatici, il ristorante Lelemento Bistrot. Qui, da poche settimane, un intervento permanente di Zavattari su parete caratterizza l'intero atrio, la stessa parete che farà da cornice all'opera inedita proposta il 16 ottobre.
UBIQUA toccherà poi il salotto di Roma entrando a Palazzo Margutta, nell'omonima via famosa nel mondo per le sue 'botteghe d'arte', a pochi metri dalla fontana degli artisti. Qui si trova la galleria Il mondo dell'arte di Elvino Echeoni e Remo Panacchia, da sempre impegnata nella promozione di numerosi e meritevoli artisti, attraverso mostre personali e collettive allestite nei suoi oltre cento metri quadri di spazi espositivi.
Lasciando l'Italia troviamo Malta e la sua splendida isola di Gozo, dove l'opera di Zavattari sarà esposta presso uno dei più prestigiosi alberghi del paese, sensibile, come l'intera isola, a eventi artistici di livello internazionale: l'Hotel Ta’ Cenc & Spa.
Conclude la lista dei luoghi coinvolti Madrid, una delle città cui l'artista è maggiormente legato e in cui il proprio lavoro sta trovando maggiore sviluppo. Qui, lo storico Corral de la Moreria, che da anni le principali guide indicano come el tablao Flamenco más Famoso del Mundo, sarà l'unica location a ospitare non solo una delle sei tele, ma anche l'artista stesso durante l'evento.

Particolarità assoluta di UBIQUA è, come detto, la sua cifra effimera, considerando che l'esposizione avverrà per scelta durante la sola giornata di mercoledì 16 ottobre. Coordinato da Silvia Cosentino, si tratta di un progetto articolato, che ha richiesto uno sforzo organizzativo senza precedenti relativamente al lavoro di Zavattari. Nella propria complessità UBIQUA sposa le caratteristiche del dinamismo insito in ogni tela del giovane designer. 

Come si legge in una recente critica di Valerio Evangelisti, fra i massimi scrittori italiani: 'In Francesco Zavattari nulla è stabile. È il poeta della frenesia, della ricerca inquieta, delle sensazioni laceranti, dell’incertezza. I suoi orologi dovrebbero fissare un attimo “fuggente ma bello”, come quello ricercato da Faust. Solo che sono instabili a loro volta, non riescono a congelare un istante preciso, travolti e deformati dal tempo stesso che segnano. Zavattari dipinge lo smarrimento di fronte a ritmi troppo veloci per cristallizzare le percezioni. È la descrizione di un’esperienza, peraltro non solo sua.'

Il mese di ottobre sarà caratterizzato da un vero e proprio 'giro del mondo' delle opere di Zavattari. Oltre al progetto UBIQUA e alle sue sei tele, infatti, un'opera di videoarte inedita dal titolo 'Let's clean it up' verrà proiettata dall'8 al 31 ottobre presso Ambasciate e Istituti Italiani di Cultura di capitali quali San Paolo, Chicago, Toronto, Tokyo, Pechino, New Delhi, Istanbul e San Pietroburgo. In questo caso il 'contenitore' sarà quello della kermesse 'The world in rolls', prodotta dal museo Lu.C.C.A. - Lucca Center of Contemporary Art e curata da Maurizio Vanni, in occasione di IT's Tissue World Tour.

Concluderà questa ampia e importante tranche espositiva la presenza della serie 'Indagine sull'ombra' presso uno stand dedicato nell'ambito di Artist Fair, fiera d'arte che si terrà a La Spezia dal 25 al 27 ottobre.

INFO:

Mostra – evento 'UBIQUA' di Francesco Zavattari
“30 anni . 6 opere . 6 città . 3 paesi . 1 solo giorno . 16 ottobre”
Madrid, Malta, Roma, Lucca, Lecce, Firenze

16 ottobre 2013 8:30 / 24:00

Location:
Madrid: Corral de la Moreria, Calle Morería 17
Malta: Hotel Ta’ Cenc & Spa, Cenc Street, Sannat SNT9049, Gozo
Roma: Il mondo dell'arte, Palazzo Margutta, via Margutta 55
Lucca: Lelemento Bistrot, via Francesco Carrara 18
Lecce: Libreria del Sole - Studio bibliografico restauro carta, via Francesco Rubichi 14
Firenze: A.N.G.E.L.O. Vintage Clothing, via dei Cimatori 25/R

Curatrice: Silvia Cosentino

Project Advisor: Luca Manno

Local Advisor: Madrid:  Marisa González / Malta: James Zammit / Roma: Anna Belperio /  Lucca: Lele e Kika Santini / Lecce: Diego Símini - Nico Maggi / Firenze: Costanza Spinetti - Angelo Barbato  

Fotografo: Paolo Cerri
MEDIA-Partner: FULL Magazine - www.4rum.it

giovedì 26 settembre 2013

I 'monumenti del pensiero' senza tempo di Nina Surel


NINA SUREL
Monumenti del pensiero senza tempo
a cura di Christian Caliandro

Inaugurazione Sabato 28 Settembre 2013 ore 18:30 
28 Settembre – 30 Novembre 2013

Via Santa Giustina 21 - Piazza San Matteo 3, Lucca

La galleria Claudio Poleschi Arte Contemporanea è lieta di annunciare la mostra personale in Italia dell'artista di origini argentine Nina Surel.
L'ampia selezione di opere - allestite nella suggestiva chiesa di San Matteo e negli spazi della galleria - ne comprende alcune appartenenti alle nuove, inedite serie Madonnas and Child e Byzantine, oltre ad altri lavori tutti di grandi dimensioni e caratterizzati sempre dalla fusione accuratissima di materiali, la stessa che contraddistingue il poema Navigando verso Bisanzio (1928) di William Butler Yeats da cui è tratto il titolo della mostra: "Quello non è un paese per vecchi. I giovani / abbracciati l'uno all'altro, gli uccelli sugli alberi / - ah queste generazioni morenti intenti a cantare / cascate di salmoni e mari affollati di sgombri / carne, pesce, o uccelli, lodano per tutta l'estate / ciò che è generato, che nasce, e che muore. / Rapiti in quella musica dei sensi, tutti trascurano / i monumenti del pensiero senza tempo."

Nei dipinti la tecnica mista spinta fino alle sue conseguenze estreme configura una strategia volta a rendere sfumati i confini tra realtà e finzione, attraverso la stratificazione di tecniche - fotografia, pittura, alterazione digitale, assemblaggio - e di oggetti: porcellane, bottoni, stoffe, gioielli. L'accumulazione conferisce a queste opere un peculiare tratto decadente, ossessivo, esorbitante; l'artista stessa diventa l'oggetto e il soggetto di questa trasformazione - un materiale tra i materiali, recitando i ruoli dei singoli personaggi all'interno della narrazione e mutando continuamente sembianze.

Il sovraccarico fa sì che queste opere sporgano sempre, con audacia e temerarietà, la propria identità verso il dominio del kitsch, ottenendo in cambio la creazione di mondi perturbanti che sfidano lo spettatore: la duplicazione, la replica, il rispecchiamento e il riconoscimento sono le funzioni principali di questo processo.

La resina congela tutti gli elementi e le relazioni, colando su figure paesaggi oggetti come una pellicola: l'equilibrio artificiale dei piani si è cristallizzato definitivamente nel tempo e nello spazio.

Nina Surel, nata e cresciuta a Buenos Aires (Argentina), vive e lavora a Miami dal 2001. Ha studiato presso la Facoltà di Architettura e Pianificazione Urbana dell'Università di Buenos Aires e presso l'Art Institute di El Teatro (Buenos Aires). Le sue opere sono state esposte presso istituzioni, gallerie e fiere d'arte negli Stati Uniti e in Sud America - tra cui il Naples Museum of Art, l'Art & Culture Center di Hollywood e le fiere artistiche di Buenos Aires, Chicago, New York, Miami e Londra. Ha ricevuto recensioni su pubblicazioni nazionali e internazionali, ed è Artist-in-Residence presso l'ArtCenter South Florida.

giovedì 19 settembre 2013

'IT’s Tissue' in tour!


IT’s Tissue – The Italian Technolgy Experience
AL VIA IL TOUR INTERNAZIONALE
Dall’8 al 31 ottobre 2013

Un ciclo di 8 show conference dal titolo 
“Tecnologia, Cultura e Turismo: marketing non convenzionale 
per un nuovo modo di comunicare il Made in Italy. 
Il caso di IT’s Tissue – The Italian Technology Experience”

Conferenza stampa di presentazione del World Tour: mercoledì 18 settembre 2013

Lucca, 18 settembre 2013 – Dopo il grande successo di IT’s Tissue – The Italian Technology Experience, a Lucca dal 22 al 30 giugno 2013, l’8 ottobre partirà IT’s Tissue World Tour, un ciclo internazionale di 8 show conference dal titolo “Tecnologia, Cultura e Turismo: marketing non convenzionale per un nuovo modo di comunicare il Made in Italy. Il caso di IT’s Tissue – The Italian Technology Experience”. 

Il tour, che si concluderà il 31 ottobre, farà tappa in otto prestigiose sedi istituzionali nel mondo per raccontare come l’eccellenza dell’impresa italiana unita alla cultura, al territorio e a progetti di marketing non convenzionale possa trasformarsi in un mezzo originale per far riscoprire il Made in Italy.
Sono state selezionate otto importanti città legate ai paesi di interesse delle aziende del tissue, e in grado di creare forme di incoming turistico ed economico verso la regione Toscana: San Paolo, Chicago, Toronto, Tokyo, Pechino, New Delhi, Istanbul, San Pietroburgo.
Alle 8 show conference interverranno:
Maurizio Vanni, IT’s Tissue Project Manager
Michela Cicchinè, IT’s Tissue Executive Coordination
Carol Lucchesi, International Trade and Promotion Manager - Luccapromos
un rappresentante della Rete Tissue ITaly

Questo è il calendario ufficiale degli appuntamenti dall’8 al 31 ottobre:

8 ottobre, 9:30 - Edificio Itália
Av. São Luis, 50 - Edificio Italia, 2º  piano del Circolo Italiano, San Paolo – Brasile

10 ottobre, 18:00  -  Istituto Italiano di Cultura
500 North Michigan Avenue, Suite 1450, Chicago, Illinois 60611, USA

15 ottobre, 18:30 - Istituto Italiano di Cultura
496 Huron St., Toronto, Ontario M5R 2R3 - Canada

18 ottobre, 15:30 – Ambasciata Italiana
2-5-4 Mita, Minato-ku, Tokyo 108-8302 - Giappone
  
21 ottobre, 15:00  - Istituto Italiano di Cultura
San Li Tun, Dong Er Jie 2, 100600 Pechino – Cina

25 ottobre, 18:00 – Centro Culturale dell’Ambasciata Italiana 
50-E Chandragupta Marg (entrata da Nyaya Marg), Chanakyapuri, New Delhi 110021 - India

30 ottobre, 11:00 - Istituto Italiano di Cultura
Meşrutiyet Caddesi no:75 Tepebaşı, Beyoğlu, 34430 Istanbul - Turchia

31 ottobre, 17:00 -  Istituto Italiano di Cultura
Teatralnaja ploschad, 10 - San Pietroburgo, 190068 - Russia 

Ad ogni incontro saranno utilizzati  strumenti diversi di comunicazione con l’obiettivo di coinvolgere ed emozionare i partecipanti. Sarà allestita la Mostra fotografica “La storia della carta”, con testo di Renzo Sabbatini e foto di Roberto Giomi, e saranno proiettati il Video-documento “IT’s Tissue. The Italian Technology Experience”, corto di 5 minuti che riassume l’intero evento lucchese e le 12 Open house, e il Video virale “Se lo puoi sognare… lo puoi avere”, a cura di Francesco Zavattari, che allude all’investimento in tecnologia delle industrie della rete Tissue Italy. 
Non mancherà una kermesse di video-arte “The World in rolls”, prodotta dal Lu.C.C.A. – Lucca Center of Contemporary Art: 6 video-artisti (Francesco Attolini, Christian Balzano, Luca Gaddini, Massimiliano Galliani, Maria Antonietta Scarpari, Francesco Zavattari) che interpretano il proprio rapporto con il mondo o con il loro personale mondo attraverso la carta tissue. 
A chiudere i Video promozionali sulla Toscana legati all’incoming turistico e all’incentivazione degli investimenti stranieri sul territorio.

IT’s Tissue World Tour, ideato dal Project Manager di IT’s Tissue, Maurizio Vanni, è realizzato in collaborazione con Ministero degli Affari Esteri, ICE, Enit, Regione Toscana, con il sostegno economico di Toscana Promozione e Camera di Commercio di Lucca, e il coordinamento esecutivo di Luccapromos e MVIVA.

IT’s Tissue – The Italian Technology Experience, dal respiro internazionale e dall’approccio interdisciplinare, è stato creato dalla Rete Tissue Italy che riunisce 12 aziende metalmeccaniche per la carta tissue con l’obiettivo di valorizzare e accrescere collettivamente la reputazione di eccellenza di questo distretto industriale all’avanguardia nelle tecnologie, mostrandone a livello mondiale l’importante know-how e le potenzialità di sviluppo e innovazione.

La prima edizione ha riportato ottimi risultati : ha visto la partecipazione di oltre 700 partecipanti di 317 aziende provenienti da 70 paesi del mondo con tutti e cinque i continenti rappresentati.
Il Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, ha conferito all’evento “IT’s Tissue – The Italian Technology Experience”, quale suo premio di rappresentanza, la Medaglia del Presidente della Repubblica, riconoscendone il valore.


Per informazioni:
Sito evento:www.itstissue.com  e-mail: segreteria@itstissue.com
Adele Bandera AE Comunicazione d’Impresa | Gruppo Aegis Media
Via Bracco, 6 | Milano | Italy 20159 Ph +39 02 87334.951 | Fax +39 02 87334.016 Email: adele.bandera@aemedia.it
Francesca Pelagotti Fcomm V Pinamonte da Vimercate 6 Milano 20121 
T +39 02 36586889 Email: francescapelagotti@fcomm.it

domenica 15 settembre 2013

10.09.2013 - Il tempo è un’emozione…


Lelemento bistrot, fra i locali più carismatici di Lucca, presenta in via permanente un’opera del direttore editoriale di FULL Magazine, Francesco Zavattari. 

Autore: Lorenzo Ricciarelli - Responsabile architettura di FULL Magazine

Oltre alle tre dimensioni, ne esiste una quarta… il tempo. Il tempo che ti puoi concedere nel sorseggiare un drink, masticare qualcosa, scambiare due parole con chi ti è vicino, ascoltare della musica e puntare gli occhi sulle pareti di un locale… il colore è accattivante. Trasparenze, luci ed ombre incuriosiscono.. Si entra nella spazio-tempo di un microcosmo interattivo. Senza neppure che tu te ne accorga allora al centro della tua stessa riflessione c’è lo spazio, ma non si tratta di uno spazio geometrico e calcolabile, definito dai muri… bensí di uno spazio esperenziale,  vissuto e acclamato da una folla di rimembranze… Le pareti di una stanza diventano drappi appesi, tele al vento sulle quali si riverbera la poetica di uno straordinario interprete delle emozioni dell’animo umano. L’eclettico Francesco Zavattari stavolta regala ad uno dei locali più prestigiosi della città di Lucca un quadro interattivo nel quale il pastello su cartongesso è il tramite per mezzo del quale vive l’interazione artistica tra il locale, chi vi lavora ed il pubblico. E’ un quadro vibrante che fa vivere ed amare lo spazio.

«Bisogna amare lo spazio per descriverlo tanto minuziosamente come se vi fossero molecole di mondo» diceva il filosofo Gaston Bachelard.

Vivere uno spazio significa esserne avvolti, sentirsi parte di esso, sentirlo vivo e parlante; attraverso i disegni e le citazioni, selezionate da Silvia Cosentino (caporedattrice di FULL Magazine) assieme allo staff del bistrot, lo spazio diviene luogo, le pareti parlano e vivono con noi e in noi. Fino all’ultimo tratto di pastello Francesco Zavattari riporta instancabilmente guizzi di penne ispirate che definiscono spazi interiori dove l’intimità si rannicchia e l’anima si trastulla con sottile ironia. Zavattari passa al vaglio le immagini poetiche che ritraggono luoghi carichi di valore, donde la poesia sgorga facendo vibrare le corde dell’anima. Il pubblico diviene fruitore del poema, parte attiva di questa esperienza, sente risuonare dentro di sé gli echi di quelle immagini, le vive e le fa proprie; attraverso quelle parole il nostro passato si unisce al presente, risuona e investe piacevolmente l’anima. Il disegno della parete ha una sua dignità ontologica. Lo assorbiamo attraverso la lettura ed il tempo dell’osservazione, lo plasmiamo, lo facciamo nostro: si adagia nei penetrali del nostro essere ed ogni immagine si fa rivelatrice di uno stato d’animo.

Il tempo è un’emozione…

lunedì 9 settembre 2013

“Mode Mignon”, il nuovo che avanza


Il più chic dei negozi di Lucca ha riaperto con uno spazio del tutto rinnovato sullo stampo delle boutique Prada. FULL Magazine e FULLISH.it erano presenti per raccontarvelo.



Autore: Costanza Spinetti - Responsabile Moda FULL Magazine & FULLISH.it

Settembre è il mese delle novità. Settembre è il mese di Lucca, quindi, non stupisce che “Mode Mignon”, punto di riferimento della città toscana quando si parla di moda, abbia scelto proprio questo periodo per inaugurare il restyling delle sue boutique di piazza Bernardini. Il progetto di ristrutturazione dei due negozi uomo e donna (rispettivamente al primo e secondo-terzo piano) è stato firmato dall’architetto aretino Roberto Baciocchi, famoso per essere da più di trent’anni il progettista degli spazi espositivi del marchio Prada (di cui fanno parte anche Miu Miu, Church's, Car Shoe) nonché l’ideatore del Concept Prada stesso. E lo stile minimal-chic del brand milanese è indubbiamente lo stesso che si respira all’interno dei locali del nuovo “Mode Mignon” dove, colori più scuri (come il nero dei pensili e il bruno del pavimento) e forme più moderne rispetto al passato, si fondono alla perfezione con l’anima classica dei vecchi negozi della famiglia Cecchini
Specialmente per lo spazio donna, al quale si accede da una scalinata curva inframmezzata da vetrine-nicchia. Il colpo d’occhio è di grande impatto, un po’ per l’appeal metropolitano acquisito, un po’ per i capi d’abbigliamento e gli accessori che non possono lasciare indifferenti. La selezione degli abiti, in linea con i gusti sobri della clientela lucchese, vanta infatti alcune delle migliori griffes del panorama moda italiano e francese come Dolce&Gabbana, Gucci, Prada e Lanvin, quest’ultimo nuovo acquisto della stagione. E’ però l’ultimo piano a rappresentare la vera ciliegina sulla torta. Due sale quasi interamente riservate all’esposizione degli accessori, che, diciamolo, sono i capisaldi di ogni donna, dove la parte da leone la fanno, nemmeno a dirlo, le it-bag del presente e del passato: dalle “Trapeze” e “Phantom” di Celine, passando per le postine di Proenza Schouler, fino alle nuovissime proposte di Prada e MiuMiu, alle quali è dedicato lo spazio maggiore.

Ultima menzione, ma non meno importante, va alla nuova spettacolare vetrina principale (sempre del negozio donna), che per la sua sapienza espositiva potrebbe essere accomunata senza alcuna esagerazione ad un’installazione d’arte contemporanea. Non troverete sicuramente esposti i pezzi di Maurizio Cattelan o di Jeff Koons ma quelli di un’altra tra le migliori “artiste” italiane in circolazione: Miuccia Prada.

Guarda le altre foto:

venerdì 6 settembre 2013

Costantino 313 D.C. - La mostra


Dal'11 aprile al 15 settembre 2013, la soprintendenza speciale per i beni archeologici di Roma ospita al Colosseo, la mostra “Costantino 313 dc” per celebrare l'anniversario dell'editto di tolleranza noto anche come “Editto di Milano”.

Dopo lo straordinario successo di pubblico a palazzo reale di Milano, la mostra ideata dal Museo diocesano di Milano e «curata da gemma sena Chiesa e Paolo Biscottini» , giunge a Roma arricchita da una sezione speciale dedicata all'Urbe, «curata da Mariarosaria barbera, protagonista di numerose scoperte legate a Costantino».

Sede della mostra è l'Anfiteatro Flavio, più comunemente noto come Colosseo. La sua costruzione
 – iniziata dall'imperatore Vespasiano,di cui porta il nome- terminò durante il regno di domiziano ed è tutt'ora il più grande anfiteatro romano del mondo.
L'esposizione comprende varie sezioni che attraverso «centosessanta reperti provenienti da tutta Europa» si propone  non solo di celebrare l'anniversario di un «documento di straordinaria modernità» che , dopo secoli di violente persecuzioni, dichiarava il Cristianesimo «religio licita», ma anche   di approfondire gli aspetti storici,artistici e religiosi della cosiddetta età costantiniana. La prima sezione è quella dedicata a Roma e si apre con la battaglia di Ponte Milvio dove è possibile ammirare  ritratti dei protagonisti dell'epico scontro: Massenzio e  Costantino. Si prosegue con gli «straordinari gioielli d'oro, scoperti di recente in una tomba della basilica della via ardeatina»« e con i ritratti dei vari personaggi della famiglia reale.
In questo settore, inoltre, è previsto un interessante approfondimento suol Sessorium,«complesso residenziale iniziato da Settimio severo e terminato dall'imperatore Eliogabalo. Nel IV secolo, il Sessorium divenne la residenza di Elena, madre di Costantino: ella, rinnovò le terme del palazzo che da allora presero il suo nome e trasformò in cappella una grande sala rettangolare per ospitarvi le reliquie trovate a Gerusalemme. Nel XVIII secolo, la cappella prese il nome di santa croce in Gerusalemme incorporando «tutti gli edifici del Sessorium». La parte centrale della mostra si sofferma sulla rivoluzione politica e religiosa determinata «dalla fine delle persecuzioni contro i cristiani»attraverso «ritratti,monete e  opere d'arte».In questa sezione sono presenti anche manufatti di lusso appartenuti alla classe dirigente dell'impero oppure «destinati alle chiese».La mostra si chiude con i «monumenti costantiniani di Roma»:  residenze,terme,basiliche,mausolei,etc. In questa sezione , inoltre, sarà proposta   oltre ad alcune ricostruzioni in computer grafica, una recente scoperta archeologica di straordinario valore: un tesoretto di quarantanove monete «coniate dalle zecche di Roma,Ostia e Aquileia, contenuto in una cassa lignea chiusa proprio nel 313 d. C.». 
I biglietti sono acquistabili anche online tramite il sito www.mostracostantino.it e con gli stessi sarà possibile visitare il Colosseo.

A ottobre tutti ad "Artist Fair"!


A SpeziaExpò, dal 25 al 27 ottobre 2013, si terrà “Artist Fair”, la fiera aperta ad artisti ed associazioni culturali italiani ed esteri, ideata per mettere in contatto diretto gli espositori con i collezionisti, il pubblico e gli addetti ai lavori.  
La rassegna si propone di diventare un nuovo punto di riferimento per gli artisti e gli amanti di pittura, scultura, fotografia, video ed installazioni, contando su un ampio bacino d’utenza grazie alla posizione strategica facilmente raggiungibile dalle regioni del Nord-Ovest. 
Promuovere la propria produzione, vendere direttamente ai collezionisti, incrementare la propria visibilità: questo potrà essere realizzato dagli artisti che parteciperanno ad “Artist Fair”, che potranno esporre in una struttura di ultima generazione, ubicata all’uscita dell’autostrada e dotata di ampio parcheggio gratuito. 
La manifestazione nasce dall’esperienza di Andrea Brandi e Luca Cavana, due professionisti del settore spezzini che hanno alle spalle un’esperienza decennale come gallerista e collezionista. 
Gli espositori avranno, inoltre, a loro disposizione una pagina del catalogo cartaceo realizzato dagli organizzatori. 
Per incentivare le visite da parte del pubblico, che potrà così conoscere le ultime tendenze e i nuovi linguaggi, l’ingresso alla fiera sarà gratuito: un viaggio nella creatività declinata in tutte le sue forme, per conoscere il meglio dell’arte contemporanea. 


Per informazioni e prenotazioni degli stand, è possibile rivolgersi agli organizzatori, ai seguenti recapiti: +39-335-8212144 (Andrea Brandi) e +39-347-8601207 (Luca Cavana) o via e-mail, all’indirizzo info@artistfair.it , oppure consultare il sito della fiera www.artistfair.it

L’inaugurazione di “Artist Fair” si terrà venerdì 25 ottobre 2013 alle 18; la fiera resterà aperta al pubblico fino alle 21, mentre sabato 26 e domenica 27 ottobre dalle 10 alle 20 con orario continuato.

Chiara Tenca - Ufficio Stampa “Artist Fair”
ufficiostampa@artistfair.it  – Telefono: +39-366-7157211


Blogroll