martedì 21 maggio 2013

EDITORIALE di FULL Magazine 8

Ti piace questo contenuto? Aiutaci a promuoverlo semplicemente cliccando su 'Consiglia'!

"IN FACCIA AI MALIGNI E AI SUPERBI IL MIO NOME SCINTILLERÀ"

Autore: Francesco Zavattari, Direttore editoriale di FULL Magazine e 4rum.it

Una celebre frase di una delle più belle canzoni di Francesco De Gregori coadiuva al meglio il racconto di alcuni interessanti aspetti relativi alla rivista che sfogliate.
Non sarà che, alla fine, questa donna cannone a cui molti maligni e superbi hanno nel tempo provato a fare le scarpe, salterà via spiccando davvero il volo?
Come fa un free-press così costoso, con pochissima pubblicità e sempre più persone che vi collaborano a non chiudere i battenti dopo un paio di numeri?
Le dinamiche commerciali di questo prodotto non sono materia interessante per i nostri carissimi lettori. Lo sono però i ringraziamenti. Ringraziamenti che io personalmente, assieme ai miei più stretti collaboratori, devo a molte straordinarie persone che si stanno unendo di numero in numero a questo piccolo, gigantesco progetto o che continuano con entusiasmo a farne parte.
Con FULL Magazine, allo stato attuale, nessuno dello staff guadagna un centesimo. Non lo fa lo studio che lo produce, non lo fa chi lo dirige, non lo fa la testata stessa (non abbiamo mai chiesto alcun finanziamento pubblico per l'editoria) e, di conseguenza, non lo fa nessuno dei nostri collaboratori. Com'è possibile? Come si costruisce questa utopia? 
L'utopia, sia essa rivolta alla divulgazione culturale, alla promozione delle arti o allo studio di nuove forme architettoniche, come i nostri cari amici e partner del LAD Studio sanno bene, non è qualcosa di semplice da realizzare. Occorrono molti ingredienti difficilissimi da reperire, primo fra tutti quello più pregiato: persone di valore. Gente a cui ancora faccia piacere esporre, esprimersi, pubblicare, ovvero, alla fine, comunicare. 
Gente, quindi, che abbia ancora qualcosa da dire. Contro ogni pessimismo, contro ogni situazione di crisi che ci si stringe addosso come una morsa da cui non poter prescindere. 
La realtà dipinta attraverso le pagine di FULL non vuole omettere tutto questo. Anzi. Noi viviamo proprio nel bel mezzo di questa crisi non solo economica ma anche e soprattutto sociale e culturale, in grado di promuovere quotidianamente barbarie verso l'arte, il teatro e ogni altra nobile forma di possibile riscatto di questa stanca società. Noi, semplicemente, come precisato fin dal primo numero, ci adoperiamo per esprimere bellezza, sperando che essa possa farsi portatrice sana di entusiasmo almeno per chi ci legge e per chi collabora con noi. 
Appunto, i nostri adorati collaboratori. Persone straordinarie con qualcosa da dire, che si stanno adoperando gratuitamente affinché possiate sfogliare le pagine a seguire di questo e dei prossimi numeri. Loro sono la vera linfa di tutto questo. Questo numero propone due nuove 'incoronazioni' che desidero condividere con tutti voi. Nicola Pacini è il nuovo Responsabile Food della rivista, che ci proporrà di volta in volta piatti di una bellezza davvero rara per poi, prima possibile, sbarcare in video sul sito ufficiale. 
Altra nomina illustre quella di Paolo Cerri, che su questo progetto sta investendo tempo, impegno, attrezzature e shooting fotografici sotto tempeste di acqua e fulmini (chi ha visto ne dà testimonianza...). A lui va la direzione dell'importante sezione fotografica della rivista. 
Queste mie parole, oltre che sul web, esordiranno su carta la sera del 1 giugno 2013, quando avrà luogo la seconda festa annuale di FULL Magazine nella ‘nostra casa’ di Marina di Pietrasanta, LABottega Spazio per la fotografia. Lì avremo modo di abbracciare tanti dei nostri amici e collaboratori. Musica, spettacoli teatrali, la mostra FULL PHOTO CONTEST 2013 con la proclamazione del vincitore, un talk show e la strepitosa cucina de LABottega, tutto in un unico evento presentato nuovamente da Vania Della Bidia, anche questo, guarda caso, gratuito per tutti. Moriremo nell'utopia, ma moriremo da signori.

Lettori, redattori, responsabili e tutti coloro che seguono questo prodotto: grazie di cuore.

1 commenti:

Un editoriale che promette davvero bene.

Posta un commento

Il tuo commento sarà pubblicato immediatamente dopo averne verificato il contenuto. Non saranno pubblicati commenti contenenti termini volgari e/o offensivi, riferimenti personali e comunque ogni elemento non ritenuto congruo alla politica del sito.