lunedì 5 novembre 2012

Il coraggio di andare oltre

Palazzo Strozzi ospita: Anni Trenta arti in Italia oltre il fascismo.

Autori: Lorenzo Ricciarelli, Responsabile Architettura FULL Magazine e Marta Conforti, Coordinamento Architettura FULL Magazine
Foto: Lorenzo Ricciarelli
Cliccare sulle immagini per visualizzarle ingrandite

Palazzo Strozzi di Firenze ospita fino al prossimo 27 gennaio 2013 la mostra “Anni Trenta arti in Italia oltre il fascismo”.
L’allestimento si articola in sette diverse sezioni e cerca di restituire allo spettatore il clima di fervore artistico degli anni Trenta. Sotto il fascismo l’Italia ha vissuto uno dei più vigorosi momenti di avanguardia artistica al punto che si combatte una vera e propria battaglia di ideali che vede contrapposte tendenze più disparate sotto l’egida dello stesso spirito di rinnovamento. Sono gli anni in cui si afferma il problema dello “stile” svincolato dal concetto puramente formale per investire gli ambiti della società e dell’economia.

La mostra mette in scena quel decennio con una selezione di opere che costituiscono una narrazione storicamente fondata nell’intento di rendere la temperatura estetica, culturale e ideologica di quegli anni. I materiali esposti sono opere d’arte (pittura, scultura, grafica), fotografie, bozzetti che cercano di raccontare una situazione artistica di estrema vivacità e creatività sullo sfondo di un periodo cruciale per lo sviluppo della comunicazione di massa, della radio e del cinema, culminato con l'affermazione di un'idea non tramontata di uomo moderno, dinamico, al passo con i tempi.
L'allestimento si apre gettando lo sguardo su “Centri e scuole” che caratterizzano tendenze e gusti della scena artistica dell'epoca.Il racconto si dipana attraverso le altre sezioni che mettono in scena lo spirito inquieto di “Giovani e irrealisti” per cogliere in modo diretto l'avanguardia futurista, il linguaggio denso di contaminazioni degli “Artisti in viaggio” dall'Italia e in Italia e la funzione educatrice dell' ”arte pubblica”, quale strumento di comunicazione di massa all'interno delle architetture di stato.

Emergono poi i “contrasti” tra modernità e tradizione: dibattiti e conflittualità che vedono intrecciarsi ragioni estetiche ed ideologiche fino a sconfinare nel campo del “design e arti applicate” con una sezione che ripropone solo in parte il fervore creativo del tempo legato al dibattito intorno all'architettura, del tutto assente nella mostra. Infine “Firenze” con proposte di sguardi incrociati fra poesia, pittura, scultura e musica.

Gli anni Trenta costituiscono un laboratorio complicato e vitale in cui, sotto il Fascismo, si sono affermati nel panorama internazionale importantissimi artisti italiani: con coraggio, volontà e dedizione, giovani talentuosi combattono per affermare idee innovative, rompere con la tradizione accademica (e non con il passato) sicuri che l'affermazione di uno spirito nuovo sia l'unica premessa indispensabile per continuare a tracciare la linea evolutiva in continuità con il passato.
Giovani artisti intransigenti che credono al nuovo, obbediscono ai dettami dello spirito e combattono per rinnovare la cultura artistica. Nel coraggio di andare oltre la mera apparenza, trovano le ragioni profonde per cui credere al rinnovamento politico promosso dallo stato e lottare per l'affermazione dello “stile” quale espressione dei bisogni spirituali della società. Senza compromessi, audaci, forti, polemici, talvolta troppo intransigenti, sono gli autentici iniziatori di un nuovo modo di guardare alla vita in generale, all'arte in particolare. Sono artisti pieni di vita perchè lottano per ciò in cui credono veramente e mirano alle ali della libertà... senza tollerare imposizioni accademiche, retoriche stilistiche retrò, desueti e poco costruttivi richiami al passato. Vivono per costruire qualcosa di nuovo. Vivono perchè hanno il coraggio di andare oltre...vivono!

Almeno cinque ore per visitare la mostra;
Oltre il fascismo: gli anni Trenta sono stati momento di grande impulso creativo e la produzione artistica dell'epoca non può essere inserita semplicisticamente nella cornice ideologica del fascismo.
Oltre le attese: sono presenti capolavori di oltre quaranta dei più importanti artisti dell'epoca.
Oltre la storia: diversamente dalla conoscenza accademica  e libraria, buona parte della memoria storica esiste esclusivamente nei ricordi delle persone. Le didascalie per famiglie e bambini sono basate su interviste. In mostra c'è anche un vero e proprio studio radiofonico con possibilità di registrare interviste da parte dei visitatori.
Oltre l'arte: Firenze e l'Italia all'epoca erano realtà vivaci e creative. Questo fervore rivive anche oltre alla mostra di Palazzo Strozzi in sé: Firenze opsiterà cinque mostre tematiche a ingresso libero.
Oltre Palazzo Strozzi: accompagna la mostra uno speciale “passaporto per gli anni Trenta in Toscana” che permette al visitatore di accedere gratuitamente alla mostra di Palazzo Strozzi visitando cinque luoghi suggeriti, e un'"iPhone app” gratuita con un itinerario che conduce attraverso luoghi legati al tema della mostra.

Mostra posta sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica Italiana

Titolo: Anni Trenta. Arti in Italia oltre il fascismo
Sede: Palazzo Strozzi
Periodo: 22 settembre 2012-27 gennaio 2013
Mostra curata da: Antonello Negri con Silvia Bignami, Paolo Rusconi, Giorgio Zanchetti e Susanna
Ragionieri per la sezione Firenze
Con il Patrocinio del: Ministero per i Beni e le Attività Culturali
Promossa e organizzata da: Fondazione Palazzo Strozzi
Ministero per i Beni e le Attività Culturali
Soprintendenza PSAE e per il Polo Museale della città di Firenze
con Comune di Firenze, Provincia di Firenze, Camera di Commercio di Firenze, Associazione Partners Palazzo Strozzi e Regione Toscana
Main Sponsor: Banca CR Firenze, Ferrovie dello Stato Italiane, Aeroporto di Firenze, Società Aeroporto Toscano, ATAF, Unicoop Firenze, Firenze Parcheggi
Ufficio stampa: Antonella Fiori - T. + 39 347 2526982 a.fiori@antonellafiori.it
Fondazione Palazzo Strozzi:  Lavinia Rinaldi - T. +39 055 2776461 F. +39 055 2646560 l.rinaldi@palazzostrozzi.org
Sue Bond Public Relations: T. +44 (0) 1359 271085 F. +44 (0) 1359 271934 info@suebond.co.uk
Comunicazione e Promozione: Susanna Holm – Sigma CSC T. +39 055 2340742 susannaholm@cscsigma.it
Catalogo: Giunti Editore
Prenotazioni: Sigma CSC T. +39 055 2469600 F. +39 055 244145 prenotazioni@cscsigma.it
Orari: Tutti i giorni 9.00-20.00 - Giovedì 9.00-23.00 - Accesso in mostra consentito fino a un’ora prima dell’orario di chiusura
Informazioni in mostra: T. +39 055 2645155 www.palazzostrozzi.org
Biglietti: intero € 10,00; ridotto € 8,50; € 8,00; €7,50 scuole € 4,00

0 commenti:

Posta un commento

Il tuo commento sarà pubblicato immediatamente dopo averne verificato il contenuto. Non saranno pubblicati commenti contenenti termini volgari e/o offensivi, riferimenti personali e comunque ogni elemento non ritenuto congruo alla politica del sito.