sabato 30 giugno 2012

Converse in “Common Ground”






Inauguriamo la nuova rubrica di architettura 'FULL of CONVERSE' diretta da Lorenzo Ricciarelli e arricchita dai suoi brillanti compagni di team: Marta Conforti, Nicola Pacini, Siro Tolomei. Il numero speciale cartaceo di FULL Magazine che uscirà a ottobre in occasione della nostra presenza ad ArtVerona, presenterà un servizio sulla prossima Biennale di Architettura di Venezia, che andiamo ad anticipare con queste prime righe.


Autori: Lorenzo Ricciarelli, Marta Conforti, Siro Tolomei e Nicola Pacini

Naturale/artificiale, luce/ombra, arte/tecnica, gravità/leggerezza, trasparenza/opacità, reale/virtuale, vuoto/pieno, interno/esterno, CONVERSE. Pubblico/privato, verità/finzione, appeso/sospeso, locale/globale, eterno/temporaneo, spazio/tempo, addizione/sottrazione, CONVERSE.

L'architettura genera contrasti e in essi stessi si manifesta; non necessariamente impone una scelta fra questi, invita piuttosto alla riflessione.
Per comprenderla occorre osservarla, studiarla, percorrerla, attraversarla, toccarla, respirarla, viverla. Solo così potrà essere compresa in tutte le sue sfumature. Anche i contrasti si uniranno nel dialogo e le molteplicità saranno riconducibili alle medesime domande...

 Il tema centrale della prossima Biennale di Architettura di Venezia è ciò che abbiamo in comune (Common Ground). L'idea è quella di riaffermare la cultura architettonica intesa non soltanto come insieme di singoli talenti, ma anche da un patrimonio di idee differenti riunite in ambizioni comuni.

“Il terreno comune […] implica un territorio condiviso all'interno di un contesto di differenze. Il tema identifica la ricerca degli elementi condivisi all'interno di ciò che è apparentemente diverso […].” David Chipperfield, direttore 13. Mostra Internazionale di Architettura.