venerdì 20 aprile 2012

Malta & Gozo: Gozo



Servizio di Silvia Cosentino e Francesco Zavattari
Foto di Francesco Zavattari

Come già preannunciato, la Repubblica di Malta non è solo La Valletta e la relativa isola a tutti nota: chi decide di conoscere questi straordinari luoghi non può assolutamente trascurare Gozo, dove gli amanti della natura incontaminata resteranno senza fiato. A guidarci, James Zammit della Victor J. Borg Enterprises, fine conoscitore delle meraviglie gozitane.
James ci conduce verso distese assolate che, con notevole rapidità, lasciano il posto a coraggiose colline, a paesini dislocati qua e là, dove il silenzio sembra farla da padrone (almeno in gennaio, visto che, da Carnevale in poi, gli abitanti si sbizzarriscono con quella che è una grande passione maltese, i fuochi di artificio!), o a commoventi scorci marini. Siamo a Dwejra, con la sua Finestra Azzurra, o a Qbajjar, con il fascino delle saline, in cui si ha davvero la sensazione di essere dall'altro capo del mondo.
Questa atmosfera ben si addice al raccoglimento spirituale nel Santuario di Ta' Pinu, maestosa "oasi nel deserto" per coloro che desiderano interrompere per qualche minuto il proprio viaggio per una preghiera o, più semplicemente, per godere di un bel luogo. Dedicato all'Assunzione della Beata Vergine, sarebbe stato distrutto nel 1575 se non si fosse verificata una serie di circostanze miracolose che portò, nel 1919, alla costruzione dell'imponente chiesa adesso visibile. Si rimane fortemente colpiti di fronte all'immagine di Maria (che Papa Giovanni Paolo II venerò a lungo nel 1990, visita di cui la chiesa reca diverse tracce), ma ancor più percorrendo i corridoi attigui al luogo sacro, interamente tappezzati da ex voto di ogni genere lasciati dai fedeli.

Arriviamo nella piccola capitale Victoria e qui scopriamo che gli abitanti sono così appassionati di musica da avere addirittura due teatri dell'opera molto attivi. Due teatri dell'opera per poco più di seimila abitanti, mentre spesso, in città molto più grandi, si fa fatica ad averne uno... Il Teatro Astra e il Teatro Aurora competono a "suon di note" offrendo importanti appuntamenti con la lirica (rispettivamente Madama Butterfly e Turandot nel prossimo ottobre). Incontriamo Paul Zammit, presidente della società filarmonica che gestisce il Teatro Astra: visitando l'ampio spazio, scopriamo una realtà veramente appassionata, le cui varie maestranze mettono a disposizione le proprie competenze sotto forma di volontariato.

Dopo una piccola sosta da Ta' Rikardu, dove è possibile gustare cibo genuino in un ambiente rustico e familiare, andiamo a incontrare Kevin Sciberras, gentilissimo (ma questa, l'avrete capito, non è affatto una novità per maltesi e gozitani) Coordinatore Culturale per l'Isola di Gozo.

DORMIRE a GOZO


Le strutture della Victor J. Borg Enterprises non vi deluderanno di certo. Adatti a ogni esigenza, potrete scegliere tra l'Hotel Ta' Cenc, il St. Patrick's Hotel e il Cornucopia Hotel: attenzione in particolare a quest'ultimo, grande e pacifico resort immerso nel verde, in cui sarà possibile valutare la formula alberghiera o quella dell'appartamento. In ogni caso, le varie facilities presenti assicureranno un soggiorno indimenticabile.
A Gozo è necessario avere un mezzo per spostarsi e poter ammirare le bellezze dell'isola: anche per questo, lo staff del Gozo Garage vi aiuterà a scegliere il veicolo più adatto da noleggiare. Magari con un autista che sappia guidarvi alla scoperta della meraviglia gozitana.
www.vjborg.com

Dopo questo lungo diario, lasciamo che siano soprattutto le immagini a parlare e, perché no, a invogliarvi alla scoperta di una terra fantastica, in cui il passato saprà raccontarsi in un modo tutto particolare.