venerdì 20 aprile 2012

FULL of Events 6




Milano
NEWS DAL POP ART STUDIO DI LUDMILLA RADCHENKO

Dopo il successo riscosso dalle sue opere alla Biennale di Venezia, la creatività di Ludmilla non si arresta, anzi, ha continuato il suo viaggio con un'incursione verso il "design da abitare" alla fiera "BresciaCasa" (2-4 marzo; 9-11 marzo) e al "Fuorisalone" di Milano (17-22 aprile), durante il quale Robertaebasta (Brera Design District), Suite 8 (zona Missori) e Castelli Gallery (zona Tortona) hanno esposto le sue opere. È cresciuto anche il progetto "Woman Been": l'introspettiva serie di opere che indaga il mondo della donna, di cui vi abbiamo ampiamente parlato in FULL Magazine 5, è stata presentata a Milano con il vernissage del 24 novembre scorso. Nuove opere di Ludmilla hanno partecipato a vari eventi, tra cui la XIX edizione di "Sguardi Altrove Film Festival al Femminile", a Milano tra lo spazio Oberdan e la Triennale: Ludmilla è intervenuta come madrina alla conferenza di presentazione di "Made in Japan. L'estetica del fare" ed è stata presente come artista con l'opera "Breathing". Per concludere, il debutto alla MiArt, promosso dalla Galleria EIDOS. Continuate a seguire il lavoro della "nostra Venere sovietica"!

Milano
HANDS
Al [.Box] Videoart Project Space di Milano

La selezione "mani" gioca sul  simbolismo delle mani su due livelli principali: come un oggetto e gesto. Da un lato, le mani, come un oggetto, simboleggiano il processo di creazione e sono connesse con il lavoro e cibo.  Sono anche simbolo di amore, passione e il tatto affettivo. La mano sinistra in alcune culture  simboleggia la grazia e femminilità,  quella di destra è un simbolo di virilità e forza. I gesti, come forma primaria di comunicazione non verbale, rappresentano sentimenti e relazioni diverse tra le persone, e tra uomini e del mondo. Nel contesto della video arte, le mani sono oggetto di molte interpretazioni concettuali. Selezione "mani" è un tentativo di illustrarne alcune di esse. Pavlina Mladenova

Selezione Video curata da Pavlina Mladenova (Bulgaria)
4 – 26 Aprile 2012 With support of Videoholica Association, Bulgaria
www.dotbox.it

Londra
A Londra una retrospettiva su Nanni Moretti

Dal 12 al 15 aprile Italian Cinema London ha proposto una retrospettiva sul regista italiano Nanni Moretti, presidente di giuria al Cannes FilmFestival 2012.
Particolare attenzione è stata dedicata ai film La stanza del figlio (vincitore della Palma d'Oro nel 2001) e Il Caimano. Oltre a questi, Palombella Rossa, Ecce Bombo, Caro diario, Bianca, La Messa è finita e Aprile hanno arricchito questa retrospettiva di alto livello e valore divulgativo, specialmente in un paese non sempre attento al cinema di casa nostra.
www.riversidestudios.co.uk

Massarosa - Lucca
Sempre più attiva la fondazione silvestro marcucci

La “Fondazione Silvestro Marcucci  Onlus” nasce nel 2006 per onorare la memoria del Prof. Silvestro Marcucci, noto studioso kantiano venuto a mancare nel dicembre del 2005. La biblioteca mette a disposizione numerosi volumi e moltissimi documenti d’archivio: manoscritti, appunti e una ricchissima corrispondenza che evidenzia i proficui rapporti tra Marcucci e i più grandi pensatori del Novecento, tra i quali Popper, Canguilhem, Anceschi. Ogni anno sono organizzati eventi culturali: presentazioni di libri, tavole rotonde, mostre di pittura, anche in collaborazione con la Regione Toscana, il Comune di Massarosa, le Università italiane e straniere. Insieme alla Società Italiana di Studi Kantiani (che ha fissato la sua sede a Quiesa), la Fondazione ha promosso il Congresso Internazionale Kantiano, che per la prima volta si è tenuto in Italia (Pisa-Lucca) nel 2010; durante la cerimonia conclusiva la Fondazione ha assegnato il premio internazionale per giovani studiosi kantiani. La Fondazione ha istituito la collana “Zetetica” (ETS – Pisa) e il premio biennale per tesi di dottorato italiane e straniere di argomento kantiano.

BIOSBOOK
per raccontare la tua storia on line

Ecco il nuovo modo per parlare di sé, fermare nella rete gli episodi più importanti della proprio cammino. Biosbook è un social network fortemente innovativo, perchè dà la possibilità a chiunque di creare il proprio Libro della Vita, componendo Capitoli che uniscano foto e ricordi propri con quelli di amici e parenti. L'utilizzo è davvero universale: dalla scuola al lavoro, dall'infanzia ai rapporti personali, non c'è campo della vita che non si presti a divenire un Capitolo di Biosbook, attraverso il quale è possibile tenere le esperienze a portata di click. Biosbook è un prodotto tutto italiano, nato dall'idea di due persone comuni, Simonetta Pedarra e Fabio Faraglia, che, inseguendo un sogno, hanno dato lavoro a una giovane e valida azienda romana: questi esperti dell'informatica hanno fatto propria l'idea, realizzando un brand originale e riconducibile al concetto che Biosbook vuole rappresentare in Italia e, perché no... anche nel mondo!

www.biosbook.com