venerdì 20 aprile 2012

Ecco il nuovo tempio della musica


Firenze
Ecco il nuovo tempio della musica

Di Silvia Cosentino

«Sogno da moltissimi anni la realizzazione di un nuovo grande teatro, ora questo sogno si avvera e si inaugura una nuova casa per il Maggio Musicale Fiorentino: è un teatro non solo bellissimo esteticamente, ma perfettamente rispondente alle esigenze tecniche che i nostri tempi esigono. Avremo così due nuove sale e una grande cavea all'aperto e potremo differenziare la nostra attività. La sala più grande sarà destinata all'opera ed avrà un palcoscenico fortemente attrezzato con le più moderne tecnologie. Quella più piccola sarà invece destinata all'attività concertistica: entrambe saranno dotate di un'acustica perfetta e così anche i fiorentini potranno apprezzare appieno le qualità, oggi di primissimo ordine, dei loro complessi artistici, potranno ascoltare il "suono" della loro orchestra come finora era possibile sono nelle grandi sale da concerto all'estero. La cavea all'aperto consentirà infine di protrarre la programmazione anche nei mesi estivi e di aprirsi a forme di spettacolo diversificate. Che il nuovo teatro sia dunque all'altezza della storia gloriosa del Maggio e di Firenze: questo è insieme il mio augurio e il mio impegno".

Queste alcune delle parole con cui il Maestro Zubin Mehta, Direttore Principale del Maggio Musicale Fiorentino, ha introdotto, nel novembre scorso, la presentazione degli eventi legati a questa indimenticabile inaugurazione: un nuovo tempio, sulla scia dei grandi teatri stranieri, in cui poter esaltare nel modo più compiuto tutte le eccellenze classiche e contemporanee della musica. Grazie alle Celebrazioni del 150esimo anniversario dell'Unità d'Italia, al Governo, alla Regione Toscana e alla stessa Città di Firenze, alla guida del Sindaco Matteo Renzi (nonché Presidente della Fondazione del Maggio), ecco sorgere, a pochi passi dal glorioso Comunale, questo paradiso per tutti gli appassionati di musica. Un teatro che, poeticamente, torna a quella funzione originale antica di luogo di aggregazione fondamentale per la polis: proprio a ricordo di questo, il complesso si trova nel centro geografico della città, sovrastandola e dominandola. Non solo spettacoli, dato che, in un futuro prossimo, sarà possibile fruire del grande spazio circostante all'aperto di giorno e di sera, immergendosi nell'arte e nella natura.

Il Nuovo Teatro dell'Opera è stato celebrato con un'intensa dieci giorni che ha visto l'inaugurazione della sala più grande destinata a 1800 spettatori (l'intero complesso ne potrà accogliere ben 5000): nove eventi, cinque grandi appuntamenti con i capolavori della musica classica, una serata jazz, un galà di danza, una festa e una giornata di studi, appuntamenti che hanno visto protagonisti Zubin Mehta, Claudio Abbado, Stefano Bollani, Anja Kampe, Juha Uusitalo, Stella Grigorian, Leonidas Kavakos, Fabio Sartori, Patrizia Ciofi, solo per citarne alcuni. Sempre presenti, ovviamente, l'Orchestra, il Coro, il Corpo di Ballo e i Tecnici del Maggio. Più di 22.000 spettatori hanno complessivamente preso parte a questi incontri, culminati nei festeggiamenti del 31 dicembre con il concerto di Mehta e la Festa di Capodanno, alla maniera dei più importanti teatri internazionali. Con queste parole la Sovrintendente del Maggio, Francesca Colombo, ha commentato entusiasticamente l'esito degli eventi inaugurali: “Un contagio di emozioni tra gli artisti, il pubblico e tutti i lavoratori del teatro. Orgogliosa del successo di queste celebrazioni perché il Maggio Musicale Fiorentino ha dimostrato di essere unito e capace di affrontare questa nuova sfida con grinta, professionalità e determinazione, come uno strumento perfettamente accordato”.
Adesso, dopo questi trionfi musicali, il Nuovo Teatro è tornato silenzioso per il proseguimento dei lavori: dovremo attendere fino al 24 novembre, data in cui le storiche note della Principessa di Gelo Turandot daranno gloriosamente il via alla carriera di questo nuovo spazio, che, già lo sappiamo, è destinato a segnare la storia di Firenze e non solo.

I NUMERI


SPAZI ATTIVITA’ TEATRALI mq 21.186,09
SPAZI PER IL PUBBLICO mq 13.301,60
DEPOSITI mq 2.198,58
UFFICI mq 2.711,32
LOCALI TECNICI mq 5.651,50
PARCHEGGI INTERRATI mq 1.2394,0
TOTALE sup netta mq 57.443,09

TEATRO D’OPERA
Capienza totale Sala: 1800 posti a sedere
Palcoscenico superficie "T“ mq 2.624
Palcoscenico principale mq 416
Boccascena l x h: 18x12 – 14x8
Buca orchestra mq 45 – 108 - 150

AUDITORIUM
Capienza Sala: 1100 posti a sedere

CAVEA ALL’APERTO
Capienza Cavea: 2000 posti a sedere

Volume complessivo mc. 360.000