venerdì 20 aprile 2012

Brian Duffy

Di Gisella Fabiano

Il Museo Nazionale Alinari della Fotografia inaugura il suo quinto anno di attività espositiva con la retrospettiva dedicata al fotografo inglese Brian Duffy “Duffy The Photographic Genius”, uno degli eventi collaterali di Pitti Immagine Uomo 81.
Brian Duffy nasce a Londra da genitori Irlandesi nel 1933. Studia design della moda al Saint Martins College of Art; nel 1957 gli viene commissionato il primo lavoro dalla Rivista “Sunday Times”. Sempre nel 1957 viene chiamato a lavorare per “Vogue”; la rivista, fino ad allora riservata all’altra società grazie allo stile innovativo e documentaristico introdotto da Duffy, si apre anche all’ambiente giovanile.
Nel 1961 inizia a lavorare per “Elle France” dove il clima culturale incoraggia la sperimentazione; in quegli anni Duffy introduce un modo innovativo di realizzare le fotografie di moda e, a suo dire, sono di quel periodo le sue foto migliori. La collaborazione con “Elle France” dura circa 20 anni, periodo durante il quale collabora  contemporaneamente con altre pubblicazioni.
Brian Duffy inizia la sua attività di fotografo nel 1957, collabora con numerose riviste di moda tra cui Vogue, Elle, The Times, realizzando ritratti di artisti famosi e spaziando tra il cinema, la musica, la pubblicità, la moda, la letteratura. Firma il calendario Pirelli e le copertine di tre dischi di David Bowie. Nel 1979, all’apice della carriera, decide di chiudere con la fotografia e lo fa in modo cruento, cercando di bruciare tutti i negativi delle foto che ha realizzato. Ne brucia solo una parte e gli altri per anni rimangono chiusi in scatoloni.
Nel 2009 il figlio Chris recupera tra gli archivi e le pubblicazioni di tutto il mondo 160  delle foto i cui negativi sono stati bruciati e che rappresentano un vero e proprio catalogo dell’iconografia culturale degli Anni Sessanta e Settanta. In seguito al ritrovamento di tutto questo materiale, Chris convince il padre Duffy a riprendere il suo lavoro di fotografo, mentre, nell’ottobre dello stesso anno, la “Chris Beetles Gallery” di Londra inaugura la prima mostra delle fotografie di Duffy.
Nel 2010 la BBC realizza un documentario sulla sua vita e sulla sua carriera dal titolo “The Man Who Sho the 60s”.

Credits:

Calendario Pirelli, 1973 © Duffy Archive - John Lennon, 1965 © Duffy Archive - Vogue, Firenze, 1962 © Duffy Archive - David Bowie, Aladdin Sane, 1973 © Duffy Archive