domenica 20 marzo 2011

Francesca Colombo: in difesa del teatro


Di Silvia Cosentino - Caporedattore di FULL™

Purtroppo nemmeno un'oasi di bellezza come quella del Maggio Musicale Fiorentino riesce a sottrarsi alla piaga che, ormai da tempo, sta mettendo in ginocchio il mondo del teatro: i tagli al FUS, il Fondo Unico per lo Spettacolo. Come abbiamo già avuto modo di dire, la lirica ha bisogno di soldi, e tanti, dato che le caratteristiche stesse del genere impongono mezzi e standard dai quali è impossibile prescindere. "Come si può commentare una decisione che, in un Paese che dovrebbe fare della cultura il suo punto di forza, risulta inconcepibile e incommentabile? A nome del Maggio Musicale Fiorentino, che nel 2011 sarà ambasciatore della cultura italiana in 11 diversi Paesi nel mondo, con tournèe in 31 città fra Europa e Asia non posso che fare un estremo appello al Governo: pensateci, prima di distruggere la cultura!". Queste le incisive parole della Sovrintendente Francesca Colombo alla notizia che il Decreto Milleproroghe, approvato lo scorso dicembre dal Consiglio dei Ministri, non contemplava il reintegro del fondo. In questo periodo più che mai, il Teatro Comunale è stato invaso da vistosi striscioni di protesta contro i tagli e molti spettacoli sono stati introdotti da appelli dei lavoratori per invitare il pubblico a non far mancare il sempre caloroso appoggio. Di fronte, poi, al successivo reintegro di parte delle risorse, i sovrintendenti (riuniti il 16 febbraio scorso in assemblea Anfols - Associazione Nazionale Fondazioni Liriche e Sinfoniche) hanno decretato come tale provvedimento sia comunque insufficiente per la sopravvivenza delle varie realtà coinvolte. I grandi progetti del Maggio Musicale Fiorentino, come quelli di tanti altri teatri, sono quindi fatalmente legati agli sviluppi di questa vicenda che, almeno al momento, sembra non trovare positiva risoluzione.

Intensamente impegnata in questa battaglia è, come già detto, Francesca Colombo, la più giovane Sovrintendente che teatro italiano possa vantare. Nominata nel maggio scorso, ha come bagaglio personale una laurea a pieni voti in Ingegneria Gestionale, un diploma e perfezionamento in Pianoforte, nonché varie esperienze in prestigiose realtà italiane e straniere nell’ambito di direzione e promozione di eventi artistico-musicali. Niente, quindi, di improvvisato per questa dinamica e bella signora, che in poco tempo ha saputo entrare in sintonia sia con Zubin Mehta sia con i componenti del Cda (in primis con il sindaco Matteo Renzi) e concepire un 2011 da ricordare nel tempo; intenso anche l’interessamento verso il pubblico più giovane, spronato a seguire la programmazione anche grazie a tariffe speciali. Ecco quindi un’altra figura che, grazie a professionalità e intraprendenza, saprà essere garante di importanti e meritati successi musicali. Attendiamo solo positive novità, impazienti che il sipario si apra ancora una volta.

0 commenti:

Posta un commento

Il tuo commento sarà pubblicato immediatamente dopo averne verificato il contenuto. Non saranno pubblicati commenti contenenti termini volgari e/o offensivi, riferimenti personali e comunque ogni elemento non ritenuto congruo alla politica del sito.